Hanno tutti ragione

"Hanno tutti ragione", è risaputo, è la prima opera letteraria del famoso regista Paolo Sorrentino. Appena uscito ha avuto un successo folgorante, un grandissimo battage mediatico ed apprezzamenti dalla critica.

La trama racconta la vita, i vizi, gli stravizi, gli alti ed i bassi di un cantante melodico confidenziale (Tony Pagoda). Inizia al culmine del suo successo con i grandi concerti in America e prosegue, con frequenti flash back, fino al suo ritorno sulle scene (anche se private) dopo un periodo di redenzione/fuga in Brasile.

Il romanzo è divertente e scorrevole. Si legge rapidamente, tutto d'un fiato, a parte i noiosissimi capitoli dedicati alle "lezioni di seduzione" che poco c'entrano e soprattutto ne spezzano inutilmente il ritmo.

C'è un po' di tutto nelle trecento pagine che ne raccolgono il testo. La vita di Tony ma i suoi pensieri, spesso sgangherati (come la sua vita), storie d'amore, un po' di sesso (mercenario o meno), droga, malavita, buoni sentimenti, esilaranti storielle cameo e personaggi divertenti. C'è anche un po' di retorica e le già negativamente citate "lezioni di seduzione".

Sorprese, ci sono anche tante sorprese ed in questo Sorrentino sembra davvero essere bravissimo. Il ritmo sale, sale e poi crolla e poi risale...

Inutile approfondire ulteriormente la trama. Quando Tony Pagoda sembra oramai finito, invecchiato e dimenticato qualcuno arriverà a fargli una proposta...

Un libro complessivamente divertente, con qualche caduta, ma da consigliare e leggere.

Pubblicata su Ciao.it:08/07/10
Pubblicata su Libri e Libretti:26/09/10

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails