La figlia del podestà

"La figlia del podestà" è l'ennesimo piacevole romanzo di Andrea Vitali, autore sobrio, misurato, gradevole particolarmente ispirato dai luoghi dove è nato (Bellano, sul lago di Como) e da un'epoca, ormai passata, ma non troppo lontana (il fascismo, il dopoguerra).

Come in molti altri romanzi dello stesso autore si ritrova un'aria di provincia, di piccolo paese, di pettegolezzo, di persone e sentimenti semplici. Un grande racconto fatto di particolari non privo di guizzi divertenti, di sorprese e di suspance. In questo romanzo in particolare Vitali parte da un fatto reale l'ipotesi, negli anni trenta, di istituire una linea di idrovolanti per servire i paesi del lago di Como. Da questo fatto storico minore inizia un piccolo grande racconto che si sviluppa tutto o quasi nella cittadina di Bellano. 

Il podestà vuole essere il primo ed unico ad avere la propria linea aerea e si mette a trigare, brigare ed intaccare le casse comunali pur di riuscirci. Il segretario comunale è perplesso ma tace. Da Roma i finanziamenti non arrivano ma arriva l'idrovolante e, dopo un po', anche il pilota in una bellissima uniforme.
Solo che il pilota non è il vero pilota e nemmeno un vero pilota. Una commedia degli equivoci divertente che prosegue lungo tutto il romanzo.

Ovviamente c'è ben altro. La figlia del podestà appunto e la merciaia del paese alla quale viene richiesto un capo di abbigliamento intimo particolare. C'è l'amore della figlia del podestà, c'è quello passato ma mai cancellato del podestà, c'è l'amore della centralinista, c'è una nonna che a volte si finge moribonda, c'è molto pettegolezzo, c'è qualche confusione linguistica. Ci sono storie minori indispensabili per il racconto globale. Ci sono personaggi affascinanti. C'è un'aria di pease, un'aria di passato mai sgradevole anzi sempre divertenteanche se disincantata.

Un libro da leggere divertendosi e lasciandosi trasportare in un'atmosfera che non esiste più, che forse non è mai esistita ma che è piacevole da vivere attraverso le parole di Vitali. Un libro leggero ma non stupido.

Pubblicata su Ciao.it:08/09/10
Pubblicata su Libri e Libretti:11/11/10

1 commento:

  1. Vitali non mi garba proprio!!!! Ma ho letto solo uno dei suoi romanzi, magari si è evoluto!!!! ;)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails