Semiotica, pub e altri piaceri

Alexander McCall Smith è un professore di origini scozzesi nato in Zimbabwe che vive ad Edimburgo che ha, a mio giudizio, un'impareggiabile capacità di raccontare storie. Ha scritto diversi romanzi, alcuni dei quali hanno poi dato seguito a dei veri e propri filoni come 44 Scotland Street (di cui fa parte proprio Semiotica, pub ed altri piaceri), il Club dei filosofi dilettanti e Ladies Detective Agency n. 1.

Sono tutti romanzi scritti con una scrittura leggera, soave ed ironica.
Non è da meno Semiotica, pub ed altri piaceri che racconta tante storie diverse, quelle degli abitanti (e non solo) del condominio di Edimburgo al 44 di Scotland Street. Storie diverse (ogni personaggio ha la propria) che si intersecano, a volte si toccano ed altre volte diventano comuni.

C'è la storia di Bertie, il bambino geniale oppresso dalla madre, c'è quella di sua madre Irene e quella del padre Stuart, oppresso anche lui, che si riscatta dopo un corso di autostima in ufficio. C'è anche Pat, forse il personaggio conduttore (ammesso che nel romanzo ce ne sia realmente uno) che è incerta su cosa fare tra Australia, amore ed Università. C'è Bruce, che diventa un improbabile commerciante di vini, c'è Domenica una sorta di anziana saggia antropologa ma ci sono anche una miriade di personaggi minori (il cane e la barista ad esempio) assolutamente intriganti.
Il tutto è magnificamente raccontato e interlacciato. Il libro fa sorridere e spesso anche ridere senza mai cadere nel grottesco anzi tenendo sempre il racconto ancorato ad una surreale realtà degli avvenimenti. Leggendo dell'incredibile raduno nudista a cui si reca Pat si sorride e si ride come si sorride e si ride leggendo della saloppette rosa che Bernie è obbligato ad indossare dalla madre e dei suoi tentativi di liberarsene.
Sono tanti i sorrisi ed a volte le risate che il libro strappa al lettore. Un romanzo piacevolissimo, surreale ed ironico.

Pubblicata su Ciao.it: 01/09/11
Pubblicata su Libri e Libretti: 19/12/11

1 commento:

  1. Un autore capace (anche se prediligo i romanzi ambientati in Africa) e dotato di quella leggerezza non stupida che riesce a far staccare la mente quando si ha proprio voglia e bisogno di farlo.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails