Il talento del cuoco

"Il talento del cuoco" di Martin Suter è un libro molto particolare. Non è un libro di cucina nonostante parli moltissimo ed in modo dettagliato di cucina e, alla fine del libro, ci sia una sezione che raccoglie tutte le ricette citate. Non è un romanzo d'amore nonostante sia pieno d'amore, di bisogno d'amore, di ricerca d'amore ed anche di amore corrisposto. Non è un romanzo erotico nonostante ci sia molto erotismo ed un pizzico di sesso. Non è un libro sull'immigrazione nonostante racconti anche a vita degli immigrati Tamil in Svizzera. Non è un libro sulla guerra tra indipendentisti Tamil e governo dello Sri Lanka nonostante ne descriva il dramma e le nefandezze. Non è un giallo nonostante ci sia o ci possa essere un delitto. Non è un libro sulla crisi economica, sul traffico d'armi, sugli affari (loschi) o sulla prostituzione d'alto bordo nonostante tratti più volte tutte queste cose. Non è, infine, un libro sulla Svizzera nonostante sia ambientato proprio in Svizzera.

Certo, viene da chiedersi che cosa sia.

Prima di tutto è un buon libro che racconta la passione ed il talento per la cucina di Maravan, giovane immigrato dallo Sri Lanka ma Tamil (in fuga quindi non solo dalla poverta' ma soprattutto dalla guerra tra "tigri Tamil" e governo). Talento che però Maravan non riesce ad esprimere nel ristorante lussuoso e di alto livello in cui fa lo sguattero. Una cena, preparata per Andrea, una cameriera dello stesso ristorante, mette in mostra la sua grandissima capacità di reinterpretare la cucina afrodisiaca e ayurvedica imparata da una vecchia zia, mescolandola alla moderna cucina molecolare. Tra Maravan e Andrea non nasce, come forse si potrebbe sperare, un amore ma un sodalizio lavorativo che fornisce mediante la "Love Food", infallibili cene afrodisiache a coppie cui la passione amorosa si sta spegnendo. Intanto la guerra in Sri Lanka si inasprisce, le tigri tamil immigrate come Maravan chiedono, ed ottengono, il loro contributo per finanziare la lotta in patria e la crisi economica colpisce anche la Svizzera. Non colpisce però gli affaristi internazionali senza scrupoli che non esitano a vendere armi ad entrambe i contendenti. Maravan però continua a cucinare i suoi piatti straordinari ed accetta anche di cucinarli per un'organizzazione che aggiunge alle cene un servizio di escort...

Un libro notevole, addirittura straordinario nella prima parte.

Appassionante, coinvolgente e curatissima la descrizione della preparazione dei piatti (anche per uno come me che non ama la cucina e, tantomeno, quella orientale), brillante l'idea di spezzare il ritmo del racconto con regolari inserimenti di notizie di cronache che contestualizzano il momento del racconto, interessante - anche se molto semplificata - la descrizione dei drammi della guerra civile in Sri Lanka, della sua scarsa eco sui media, delle operazioni di reclutamento in patria e di finanziamento tra gli immigrati in Svizzera.

Non credo sia opportuno entrare nei dettagli del finale che però, va detto, non mi sembra all'altezza del resto del racconto ed appare non solo eccessivamente buonista e semplicistico ma anche scontato e, addirittura, con una scrittura dal passo diverso rispetto a quella appassionante ed appassionata del resto del romanzo.

Pubblicata su Ciao.it: 24/02/13
Pubblicata su Libri e Libretti: 22/05/13

1 commento:

  1. Bella recensione.. mi ha incuriosita!!
    lo inserisco nella wish list!! :)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails