Lettera d'amore alla Scozia

Lettera d'amore alla Scozia (Alexander McCall Smith)
Alexander McCall Smith, il professore di origini scozzesi nato in Zimbabwe che vive ad Edimburgo, è uno scrittore prolifico e brillante che garantisce sempre libri di qualità.

Oltre al filone di 44 Scotland Street (di cui fa parte proprio "Lettera d'amore alla Scozia"), ha scritto anche romanzi della serie Club dei filosofi dilettanti e della serie Ladies Detective Agency n. 1.

Romanzi sempre gradevoli, caratterizzati da una scrittura leggera, soave ed ironica con preziosi piccoli riferimenti culturali.

Perfettamente in linea, e non poteva essere diversamente, anche "Lettera d'amore alla Scozia" che continua il racconto dei romanzi precedenti dedicato agli abitanti (e non solo) del condominio di Edimburgo al 44 di Scotland Street.

Con grande capacità l'autore scozzese riprende le fila dei vari personaggi comparsi nei volumi precedenti, senza mai appesantire la storia con richiami inutili ed eccessivi, li collega sapientemente tra di loro, ne aggiunge di nuovi e racconta le loro storie. Poche pagine e ci si trova piacevolmente immersi o, nuovamente immersi se si sono letti i libri precedenti (ma non è indispensabile perché ogni volume ha un proprio sviluppo completo), nelle piccole grandi storie di Scotland Street e di Edimburgo.Bertie, il bambino geniale oppresso dalla madre, questa volta viene selezionato in un'orchestra di teenager (anche se lui di anni ne ha solo sei) che lo porta a Parigi dove viene dimenticato. Pat, la ragazza sempre alla ricerca dell'amore e sempre incerta su cosa fare, riprende l'Università ma lascia il condominio per trovare, forse, proprio l'amore dove, probabilmente, era sempre stato. Domenica, la saggia antropologa, seppur non in Scozia ma bensì in Malacca per una surreale ricerca scientifica sui pirati moderni è però costantemente presente con i suoi racconti e le sue lettere d'amore alla Scozia. Matthew, il gallerista datore di lavoro di Pat, si scopre milionario e meno solo. Angus Lordie ed il suo fantastico cane Cyril, in assenza dell'amica Domenica, cercano di dedicarsi con non pochi problemi ad Antonia, stranissima scrittrice di sconosciuti santi scozzesi, nuovo personaggio del libro.

Un romanzo piacevolmente lieve, a tratti surreale, che fa sorridere senza mai cadere nella stupidità o nel becero. Una lettura che lascia soddisfatti con l'animo sereno e molta voglia di leggere i prossimi avvenimenti di Scotland Street.

Pubblicata su Ciao.it: 16/02/13
Pubblicata su Libri e Libretti: 09/05/13

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails