La rivoluzione della luna

La rivoluzione della luna (Andrea Camilleri)
Un altro magistrale libro di Camilleri. Questa volta l'autore ci porta nella Sicilia della fine del Seicento dove immagina, basandosi però su elementi storici reali, la morte del Vicere spagnolo e l'inconsueta successione nell'incarico della moglie Eleonora de Moura. La Vicere interviene sull'equità sociale, sul sistema corporativo, sulle fasce sociali deboli e povere, istituisce anche centri di accoglienza per le donne bisognose e le ex prostitute ma, soprattutto, fa piazza pulita degli elementi corrotti e corruttori esautorandoli e facendoli condannare. Un viceregno dalla durata breve che segna però profondamente l'isola. Vengono attuate riforme da sempre osteggiate dall'aristocrazia dominante, corrotta ed ingorda.

Ovviamente un tale sconvolgente governo, per di più di una donna, nella Sicilia dell'epoca non poteva durare...

Un romanzo storico ma freschissimo ed anche divertente che nel lodare la bellezza di donna Eleonora segnala anche l'incapacità dei siciliani di allora di accettarne anche la capacità di governo, così come ne evidenzia, in fondo la solitudine in un mondo praticamente tutto maschile oltre che decisamente ostile. Intrighi di palazzo che, ahimè, non sembrano nemmeno lontani dalle lotte di potere attuali, tranelli ed ingiustizie che, seppur rigorosamente inseriti nella realtà dell'epoca, fanno anche riflettere sul presente od il recente passato.

Come già detto “La rivoluzione della luna” è un libro magnifico ma anche molto particolare e dalla lettura non semplicissima seppur piacevolissima. Sono meno di trecento pagine ma tutte, o quasi tutte, in siciliano stretto o in spagnolo. Un uso della lingua strabiliante che richiede però una lettura attenta, ed in alcuni casi, per i passaggi più complessi, anche una rilettura.

Non fatevi però spaventare. Superate, magari con qualche incertezza, le prime pagine ci si abitua e, conquistati dalla storia, si finisce non solo per amare il libro ma anche per amare quell'italo-siculo-spagnolo che all'inizio ci aveva disorientato.

Pubblicata su Ciao.it: 01/06/13
Pubblicata su Libri e Libretti: 10/10/13 
 



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails