Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente

Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente (Mohsin Hamid)
"Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente" è un titolo davvero pericoloso che rischia di essere terribilmente fuorviante anche se risponde appieno all'inconsueto schema stlistico scelto da Mohsin Hamid per raccontare la sua storia.

Scritto come una di quelle guide di auto aiuto (o se volete di self-help) usa proprio la seconda persona rivolgendosi direttamente al lettore con un tu a tratti sconcertante ed irritante ma azzeccatissimo che conduce, con dodici capitoli ognuno dal titolo emblematico, attraverso una sorta di processo formativo.

I titoli dei capitoli: Trasferisciti in citta' - Fatti una cultura - Non innamorarti - Evita gli idealisti - Impara da un maestro - Mettiti in proprio - Tieniti pronto a ricorrere alla violenza - Fatti un amico burocrate - Associati agli artisti della guerra - Balla col debito - Concentrati sui fondamentali - Prepara una strategia d'uscita.

Il libro però non è nemmeno lontanamente una guida di auto aiuto ma una magnifica e struggente storia di vita e d'amore.

In un paese dell'Asia emergente, mai definito ma facilmente riconoscibile, Mohsin Hamid fa seguire al lettore, anzi, essendo una sorta di self-help, lo guida lungo la vita di un poverissimo bambino di campagna che, come nei titoli dei capitoli, si traferisce in città, si fa una cultura, si innamora ma non trova l'amore, si avvicina - per poi allontanarsi - al fondamentalismo religioso, impara il mestiere di sofisticatore di alimenti, si mette in proprio e crea una grande azienda di imbottigliamento di acqua minerale, si confronta con la violenza dei concorrenti, corrompe alti dirigenti della pubblica amministrazione per ottenere permessi e contratti, viene truffato da un parente, ritorna alla vita semplice ed esce di scena.

La trama è, ovviamente, assai più ricca e complessa ma rispetta, rigorosamente l'ironica consecutio indicata dai capitoli. Ironia, un'ironia amarissima ma mai cinica, che non manca mai nel racconto e riesce dare al libro, con l'aiuto dell'intensità dei sentimenti e delle vicende raccontate, un forte impatto emotivo.

Il libro è bello, è intenso, è ironico, è struggente... non lascia indifferenti. Può, forse, non piacere ma certamente inchioda davanti alle pagine ed alla fine lascia emotivamente provati.

Si possono comprendere molte cose dalle centocinquanta pagine di "Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente": si può cercare di comprendere una società in cui la ricchezza è l'obiettivo da raggiungere e per il quale ogni compromesso si può e si deve accettare, si può cercare di comprendere come la religione (forse più che la fede vera e propria) possa (o debba) essere accantonata così come l'amore e la famiglia.

Ognuno saprà, leggendo, capire. Per me il fulcro dell'intero libro è l'amore! Ho vissuto l'intero romanzo come una grande, lunga, dolorosa e triste ma bellissima storia d'amore tra un uomo ed una donna. In fondo sono un uomo semplice.

Pubblicata su Ciao.it: 13/01/14
Pubblicata su Libri e Libretti: 15/07/14 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails