Il boulevard delle ossa

Il boulevard delle ossa (Léo Malet)Léo Malet è un autore piuttosto famoso della letteratura noir francese. Coetaneo dell'ancor più famoso Georges Simenon a lui è stato spesso accostato ed accoppiato.

Indubbiamente molte cose accomunano i due padri del romanzo poliziesco francese (sebbene Simenon sia di nascita belga) ma altrettante li distinguono.

"Il boulevard delle ossa" di Léo Malet è l'esempio di questa somigliante diversità.

Protagonista della storia, come di altri romanzi di Malet, è l'investigatore privato Nestor Burma, titolare dell'agenzia Fiat Lux di Parigi.

Un commerciante di diamanti, Omar Goldy, chiede a Burma, poco incline al lavoro per la recente vincita milionaria condivisa con la sua assistente Hélèn alla lotteria nazionale, di indagare su un cinese, proprietario di un ristorante, e di suoi possibili contatti e collegamenti con alcuni russi, anzi, alcune donne russe non meglio identificate.

Nonostante la mancanza di impellente necessità di denaro il cospicuo anticipo convince Burma ad accettare l'incarico sebbene risulti fumoso ed incerto.

Ne segue un tourbillon di ricerche e scoperte che coinvolge altri commercianti di diamanti ed ovviamente diamanti veri e propri, una boutique di lingerie, profughi russi "bianchi", scheletri, scomparse più o meno misteriose e cadaveri nascosti.

La trama scorre veloce ed in modo assai gradevole. Lo sviluppo noir è interessante ma non pressante né, tanto meno, opprimente inframmezzato da divagazioni leggere e divertenti.

Un poliziesco dunque leggero che non tocca mai le tradizionali vette di angoscia e suspance del genere ma che non perde mai il filo narrativo dell'indagine, quasi privo di colpi di scena ma pieno di sorprese, strutturato in modo semplice ma ricco di piacevoli divagazioni.

Con i romanzi di Simenon il nostro autore certamente condivide l'atmosfera e l'ambientazione profondamente francese (magnificamente parigina quella di Malet), una grande capacità di scrittura e descrizione (anche di dettagli minori) e la costruzione di una trama noir ben strutturata.

Malet però risulta essere più leggero e frizzante e la sua Parigi più divertente. Lo stesso personaggio principale, il detective Nestor Burma, così come la sua assistente/segretaria Hélèn sono ironici e, soprattutto, profondamente autoironici.

Un bel libro. Piacevole e rilassante.

Pubblicata su Ciao.it: 12/11/17
Pubblicata su Libri e Libretti: 02/12/17


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails